Far leggere i bambini

image
image
image
image

Sono d’accordo con lo scrittore Jack London che ha dato questo consiglio agli aspiranti scrittori: “Scrivi solo quando hai qualcosa d’importante da dire”.

Ecco spiegato il motivo perché ho smesso di pubblicare post per un po’ di tempo. Quest’anno ho scritto otto libri, un paio in inglese come ghostwriter e altri in italiano. La concentrazione è tutto per una scrittrice che vuole lavorare come una professionista. Quindi non sono riuscita a creare storie e contemporaneamente tenere vivo il sito www.imparareascrivere.it.

Ora che il caldo è soffocante e la stanchezza si fa sentire, riprendo il dialogo con voi.
In realtà, è più un monologo, ma io vi sento ugualmente vicini…

Il tema di questo post è la necessità di preoccuparsi dei propri figli. E’ importante curarsi di loro fin dalla nascita: credo che tutti siano d’accordo su questo punto. Però a qualcuno sfugge che il genitore ha anche il dovere di aiutarli a crescere. I primi anni di vita servono per gettare i semi per un buon futuro.

Cosa significa un buon futuro per un bambino? Se puntate solo a che diventi ricco e bello, siete un po’ ingenui. Non bastano queste due conquiste per garantirsi una vita felice. In giro ci sono milioni di ricchi e belli infelicissimi.

Cosa è mancato? Cosa non hanno ricevuto da piccoli? Forse una giusta maturazione emotiva. Quanti narcisisti, infantili, quanti border line, quanti psicotici, ansiosi, depressi… incontriamo ogni giorno.

Gente che non legge libri non impara ad approfondire gli argomenti, ha scarsa fantasia, non comprende a fondo gli altri, non sa esprimere le proprie emozioni, non riesce a controllare la propria mente e vive una realtà di superficie, a un basso livello di consapevolezza.

Purtroppo, se in una famiglia non ci sono libri, difficilmente un bambino imparerà ad amare la lettura.

Comunque, non tutti i libri vanno bene. Se andate al supermercato e riempite il carrello di storie di ballerine, tartarughe ninja, orribili riduzioni di fiabe classiche… non avete fatto dei buoni acquisti.

Eh, sì, perché ai bimbi bisogna regalare storie belle, con belle illustrazioni e validi contenuti. Devono essere racconti che li facciano crescere e li aiutino a pensare e a immaginare.

Come si fa a risvegliare l’amore per la lettura nei bimbi? Un metodo semplice, che permette profondi scambi affettivi, è quello di scegliere un momento della giornata, spesso è il momento di addormentarsi, da dedicare alle storie.

Quando iniziare? Il più presto possibile suggeriscono alcuni pediatri dell’associazione Nati per leggere.
Quanti libri devono leggere i bambini? Se i libri sono degli albi illustrati, almeno due a settimana. Dagli otto anni in su uno al mese è il minimo.

Attenzione ai bambini che non leggono. La disgrafia, la difficoltà a leggere possono essere segnali di problemi irrisolti. Parlatene con gli insegnanti, con il pediatra. Non aspettate che passino gli anni perché una lieve difficoltà può trasformarsi in un grave problema.

Consiglio
L’unico modo per allontanare i bambini dalla lettura è proporre loro libri noiosi. Mi spiace per chi ama il libro Cuore o I Promessi Sposi, ma io personalmente non li farei leggere ai miei piccoli amici.

Termino il post con l’indicazione di alcuni miei libri scritti per bambini dai 9 anni in su. Sono divertenti, scritti in italiano semplice. Quelli della collana i Classici sono riduzioni di famosi classici della letteratura per ragazzi. Consigliatissimi!

Per trovare i libri:
Cercate su GOOGLE: DANIELA FOLCO AMAZON.
Si aprirà una finestra con i seguenti titoli:
- Vladimiro… un vampiro in cerca d’amore, Daniela Folco, casa editrice Ardea.
- A spasso tra i miti, Daniela Folco, casa editrice Ardea.
- L’albergo dei mostri, Daniela Folco, casa editrice Ardea.
- Delitto a Madera, Daniela Folco, casa editrice Morano.

I seguenti libri li trovate nella collana I Classici, casa editrice Ardea.
Andate su GOOGLE e scrivete Ardea editrice, troverete una finestra, cliccate scuola primaria, narrativa, i Classici:

- Alice nel Paese delle Meraviglie, Lewis Carroll, a cura di Daniela Folco, casa editrice Ardea.
- Il Mago di Oz, a cura di Daniela Folco, casa editrice Ardea.
- Odissea, le mille avventure di Ulisse, raccontate da Daniela Folco, casa editrice Ardea.
- Eneide, le mille avventure di Enea, raccontate da Daniela Folco, casa editrice Ardea.
- David Copperfield, Charles Dickens, a cura di Daniela Folco, casa editrice Ardea.
- Il fantsma di Canterville, Oscar Wilde, a cura di Daniela Folco, casa editrice Ardea.
- Dal Giornalino di Gian Burrasca, Vamba, a cura di Daniela Folco, casa editrice Ardea.

imageimage

Author: · Filed under: Uncategorized